Parfums-Berry-Monet-painting

Maison de Parfums Berry, dal cuore della Normandia

La Normandia, una terra ricca di cultura, storia, tradizioni e leggende che si accompagnano a scorci mozzafiato e sublimi opere architettoniche, dalla cattedrale di Rouen, oltre le scogliere fino a Mont Saint-Michel. Culla dell’impressionismo e meta di scrittori, sognatori, poeti ed artisti, come Monet che, rapito dall’opalescenza di un’alba e dal gioco di luci tra i merletti e le guglie della cattedrale, catturò l’istante tra rapide pennellate di colore.

Nel cuore della Regione, a Rouen, nasce la Maison de Parfums Berry. La casa profumiera, fondata da Cécile Vialla e Charles Berry, fa il suo esordio nel 2013 con la fragranza Eblouissants Reflets, creata in occasione dell’omonima esposizione che ha riunito i grandi nomi dell’Impressionismo sotto la comune tematica dei Riflessi sull’acqua.

Parfumes-Berry-FlaconUn’ispirazione che evolve ed abbraccia il sogno di un più ampio ed ambizioso progetto, sfociando, nel 2017, in una linea di 13 fragranze. Sotto la direzione artistica di Cécile e Charles, i profumieri indipendenti Anatole Lebreton e Thierry Blondeau compongono un’emozionante opera olfattiva suddivisa in tre collezioni: Portraitsde Femme, cinque fragranze che ritraggono la vita e la personalità di Giovanna d’Arco, Les Eaux Normandes, ispirate alle bellezze naturali ed architettoniche della Normandia, e Tribulations, che evocano orizzonti distanti ed esotici ripercorrendo le memorie d’infazia di Cécile tra i paesaggi dell’Africa e della Grecia.

La nona edizione di Esxence, tenutasi lo scorso mese di marzo, ha assistito al debutto dei Parfums Berry nel mondo della fragranza artistica. Per quanto affascinata dalla complessa rappresentazione olfattiva dell’eroina francese e da Coeur Noir, sensuale ed accattivante fragranza ambrata della collezione Tribulations, é Violette Rebelle la creazione che mi ha conquistata. Omaggio ad una specie protetta ed endemica della regione, la romantica composizione imprime le diverse sfumature della Viola, ritratta in tutta la sua semplice, commovente e delicata bellezza su una tela di cedro e gesso. Il prezioso fiore, protagonista nel cuore della fragranza, si schiude polveroso, soffice e cangiante,  illuminato dalla limpida eleganza del ciclamino, avvolto nell’innocente dolcezza della mela verde e da un tocco acquatico di foglie di violetta, poggiando infine su un fondo vellutato di ambroxan e muschi.

Quale introduzione di una forma d’arte che é di per sé una silente poesia, i componimenti in versi di Charles accompagnano ciascuna creazione, duettando con l’evoluzione olfattiva delle fragranze per rafforzarne la percezione emozionale.

Le fragranze sono disponibili nei formati da 50 e 100 ml spray, concentrazione Eau de Parfum e possono essere acquistate direttamente dal sito della maison a questo LINK.

2 Commenti

  1. Génial ! C’est sans doute aux racines de l’impressionisme que les touches de parfum peuvent s’exprimer au plus fort 😉

    • Anthos

      J’adore l’impressionisme et j’adore aussi la Normandie, une région où l’inspiration arrive spontanée à chaque endroit. J’aime beaucoup cette collection parfums, d’une charme classiques et d’une elegance moderne. Et la violette… superbe, une poésie.

Rispondi

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi segnati con * sono obbligatori

dieci + diciotto =