fleur-de-lalita-edp

Fleur de Lalita, la nuova paradisiaca fragranza by Parfums Dusita

“Può una cosa integra, intera, crearsi in un bacio, in un abbraccio? Oh la mia cecità nel volerne afferrare il dividendo” – Montri Umavijani

Sono queste le parole che accompagnano Fleur de Lalita, la nuova creazione di Parfums Dusita Paris, prestigiosa casa profumiera fondata da Pissara Umavijani, figlia del celebre poeta Tailandese Montri Umavijani. Pochi semplici versi che inneggiano alla grandezza di un sentimento insito anche nel più semplice dei gesti: l’amore.

Sri LalitaSono molte le culture arcaiche in cui il concetto di creazione si ascrive ad una Dea Madre, essenza stessa di una natura femminile salda, protettiva, saggia, capace di consolidare in un’unica entità i connotati di un amore totale, sacro e profano, divino e carnale. Forse la più completa rappresentazione di questo concetto ci giunge dalla cosmologia Hindu e dalla figura di Sri Lalita (“colei che fa”), leggendaria Dea della creatività, personificazione trina di madre, figlia e saggia anziana, espressione delle forze che governano la vita, in un susseguirsi di creazione, preservazione e distruzione. Altresì conosciuta come “Imperatrice del desiderio”,  Lalita é l’emblema di una femminilità spontanea e consapevole.

Fleur de Lalita é un tributo alla Dea in ogni donna, visione di bellezza che muta ed evolve e, svincolata dalla materia, svanisce nell’etere, in una dimensione dove la sua essenza si eleva alla luce di una nuova esistenza, dolcemente cullata da un paradisiaco profumo. Il suo fiore é un ode al femminino sacro, celebrato attraverso una fragranza gioiosa, sensuale e raffinata.

Fleur-de-lalita-packIl cuore di Fleur de Lalita é un tripudio di fiori bianchi che si svelano lentamente, facendosi strada attraverso un’apertura verde, aromatica e lievemente balsamica di galbano sposato alla radiosità floreale-esperidata della magnolia. Il fluire indolico ed inebriante del gelsomino Sambac si insinua lieve tra le lussureggianti fronde di un paradiso primordiale, apportando un tocco di spensierata innocenza alla prorompente vitalità delle note iniziali.  Soavi ancelle, la purezza del giglio e l’eleganza del gelsomino Grandiflorum velano le forme sinuose della Dea, la cui femminea sensualità è esaltata dall’intenso fascino carnale della tuberosa e dall’aggraziata poetica della rosa di Grasse. Le leggende che cantano dei suoi lunghi e fluenti capelli scuri adorni di fiori di Champaka, Ashoka e Punnag riecheggiano nella dolcezza esotica dell’assoluta di vaniglia e dell’ylang ylang. Dal fragrante unisono di soffici petali, emerge un accordo voluttuoso di ambra grigia e semi di ambretta ad evocare l’avvenenza di una morbida pelle baciata dal sole, la cui percezione é resa quasi tangibile dalla cremosità della fava tonka e del sandalo Mysore. La cangiante ed inafferrabile visione di un’inflorescenza ultraterrena resiste per ore, consumandosi sulla pelle. Resta la consapevolezza di quell’istante di bellezza pura e radiosa come una promessa che si rinnova, integra e completa, nell’effimera magnificenza di un fiore che lentamente si dissolve nell’etere, per sbocciare ancora, eternamente. Fleur de Lalita.

Le fragranze della collezione Dusita, sono distribuite in Italia da Beautimport e possono essere acquistate presso selezionate boutiques e profumerie o direttamente dal sito dei Parfums Dusita. Qualora desideraste immergervi nel paradiso profumato creato da Pissara Umavijani e deliziarvi nell’esplorazione delle fragranze della collezione, potete visitare la boutique monomarca della Maison recentemente inaugurata al numero 11 di Rue de la Sourdière, laterale di Rue Saint Honoré a Parigi.

Rispondi

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi segnati con * sono obbligatori

uno + 18 =